Cari amici,
Paolo Savona ed io abbiamo scritto un articolo sul 24Ore sulle conclusioni verso le quali dovrebbe indirizzarsi la Commissione parlamentare sulle banche. Ve lo invio con molti auguri affettuosi di buon anno

Giorgio La Malfa

Lezioni preziose e cacofonie pre-elettorali

La Commissione parlamentare sulle banche ha fatto notizia soprattutto per i possibili risvolti elettorali di ciò che vi veniva detto.
Ma dai lavori sono emerse criticità sia sul fronte delle competenze degli organi di controllo che su quello del diritto dei risparmiatori a essere informati. Le sovrapposizioni tra normative europee e nazionali hanno fatto il resto.
Ora servono nuove linee guida.

BANCHE. LA COMMISSIONE PARLAMENTARE AL DI LÀ DELLE STRUMENTALIZZAZIONI POLITICHE

Le audizioni hanno evidenziato confusione sia a livello di competenze che di norme

LA STRADA DA PERCORRERE
Serve più collaborazione tra gli organi di vigilanza e maggiore trasparenza nella comunicazione delle criticità ai risparmiatori
In un precedente articolo scritto all’inizio dei lavori della Commissione parlamentare sulle banche (si veda il Sole 24 Ore del 12 novembre), avevamo sostenuto che essa avrebbe dovuto concentrare la propria attenzione sulla ricerca delle cause che avevano prodotto la crisi o che avevano impedito o ritardato interventi efficaci per limitare i danni ai risparmiatori e all’economia nazionale prima che la crisi precipitasse. L’accertamento delle responsabilità per l’accaduto -dicevamo- è materia su cui va rispettata la competenza della magistratura senza confusione di ruoli con le attività delle assemblee legislative…
 


Archivio

Diritti riservati

© 2018 Giorgio La Malfa - info@giorgiolamalfa.it

- C.F. LMLGRG39R13F205 -

Developed by Cleverage