PRESIDENTE. Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto l’onorevole La Malfa. Ne ha facoltà.

GIORGIO LA MALFA. Signor Presidente, ieri la componente Liberal Democratici ha preannunziato il voto favorevole sulla fiducia e naturalmente sulla conversione di questo decreto.
Dodici mila lavoratori nel Mezzogiorno, nella città di Taranto, non sono qualcosa di cui il Governo o il Parlamento potevano dimenticarsi. In tutti i grandi stabilimenti industriali del Mezzogiorno l’occupazione non arriva a 100 mila persone. Il Governo ha fatto bene, ha fatto il suo dovere, nel decidere che l’impianto dell’Ilva di Taranto debba rimanere aperto e naturalmente nel corso dei prossimi mesi dovrà essere anche posta molta cura sul problema ambientale, che certamente è un problema rilevante.
Signor Presidente della Camera, adesso bisogna andare rapidamente al voto. Questa legislatura è finita e non vale la pena cercare di prolungarne l’agonia, come ho visto ieri sera chiedere all’onorevole Berlusconi: cerchiamo di guadagnare una settimana o due. L’Italia ha bisogno di eleggere un nuovo Parlamento, un Governo che, dopo avere risolto il problema dei conti pubblici, come ci ha dato atto l’Europa, metta mano ad una politica di sviluppo economico e chieda all’Europa – e Monti ha l’autorità per chiedere all’Europa – il sostegno ad una politica che consenta di fare ripartire l’economia.

PRESIDENTE. La prego di concludere, onorevole La Malfa.

GIORGIO LA MALFA. Questo è l’appello che noi rivolgiamo: presto alle elezioni, presto un Governo per una politica che consenta di affrontare i problemi della disoccupazione, che sono il dramma sociale del nostro Paese.

 

 

 


Archivio

Diritti riservati

© 2018 Giorgio La Malfa - info@giorgiolamalfa.it

- C.F. LMLGRG39R13F205 -

Developed by Cleverage